NOTA INAIL CHIARIMENTI MALATTIA-INFORTUNIO DA COVID19

Nota di servizio del 17 marzo 2020
Oggetto: criteri di valutazione ispettiva in tema di risonanza magnetica utilizzati
dalla Sezione di supporto tecnico al ssn in materia di radiazioni
dell’inail (rif. Art. 7.2 DPR 543794e smi) – emergenza covid19
Prendendo atto delle difficoltà drammatiche che si stanno succedendo sul territorio
nazionale per il contenimento della pandemia che ha colpito massivamente, per ora
soprattutto il nord, ma comunque anche il resto delle regioni del centro e del sud Italia, ed
in relazione agli adempimenti periodici correlati con le verifiche di sicurezza e qualità
rientranti negli standard di sicurezza in risonanza magnetica secondo quanto disposto dal
D.M. 10.08.2018, anche venendo incontro alle numerose sollecitazioni pervenute, si
rappresenta quanto segue.
In particolare, fermo restando le autonomie regionali, e quindi in particolare la possibilità
per gli organi di vigilanza locali di emanare proprie indicazioni, ed impartire proprie
istruzioni, per le Strutture sanitarie di rispettiva competenza territoriale, questa Sezione
tecnico scientifica dell’Inail, deputata alle verifiche ispettive di cui all’art. 7.2 del DPR
542/94 e s.m.i., ritiene che sia ragionevole – eccezionalmente – e per il solo fine correlato
agli esiti delle proprie istruttorie ed indagini ispettive, nonché in generale delle valutazioni
di propria competenza, considerare una tolleranza massima di 60 giorni (se necessario
rivalutabili fino ad un massimo complessivo di 90 gg) per tutte e sole quelle verifiche
periodiche di sicurezza e qualità che siano scadute nel mese di febbraio, o che vadano a
scadere nei mesi di marzo ed aprile, e che le Strutture sanitarie coinvolte si trovino
nell’oggettiva ed effettiva impossibilità di effettuare per causa di forza maggiore legate
all’emergenza covid19, ovvero per limitazioni imposte dalle azioni governative, o per la
sussistenza di difficoltà oggettive che richiedano maggiore attenzione operativa ad altre
priorità, il cui soddisfacimento interferisca direttamente o indirettamente con quelle
oggetto della presente nota.
Quanto sopra, da un lato comunque non può certo modificare quanto univocamente
sancito dai dispositivi di legge vigenti, e dall’altro non esonera i responsabili della
sicurezza di un sito di risonanza magnetica ad adoperarsi con il massimo scrupolo per
cercare comunque di garantire pedissequamente il rispetto degli standard di sicurezza
cogenti, e quindi delle scadenze dei controlli e delle verifiche di sicurezza e qualità già
dagli stessi fissate in ossequio alle periodicità previste dal DM 10.08.2018.
In conseguenza di ciò, il criterio codificato nella presente deve essere inteso
esclusivamente quale indicazione di disponibilità da parte di questa Sezione a trattare con
una certa flessibilità le eventuali istruttorie ispettive – anche “documentali” – di propria
specifica competenza , attualmente in fieri o di prossima attivazione, nonché i contenuti di
quelle sollecitazioni che in tal senso sta ricevendo e continuerà a ricevere dal territorio, e
andrà comunque responsabilmente calato, ad opera del Medico Radiologo responsabile
della sicurezza clinica e dell’efficacia diagnostica, e dell’Esperto Responsabile della
sicurezza, nel contesto operativo di cui trattasi , anche tenendo conto – oltreché di quanto
in precedenza richiamato – anche di eventuali ulteriori e disposizioni di rango superiore.

A tutti i colleghi che sul territorio operano nell’ambito della sicurezza e della prevenzione
del rischio per un settore di attività che – soprattutto grazie a loro – ha ormai consolidato
una sua apprezzabile stabilità, va il ringraziamento per quanto stanno facendo anche in un
momento così complesso, nell’auspicio di una sufficientemente rapida fine dell’emergenza,
e nella “piccola” certezza che questa Sezione continuerà, per quanto possibile, a
rispondere con prontezza e disponibilità ad ogni singola sollecitazione che dovesse
pervenire in relazione agli ambiti professionali di propria competenza, al fine di apportare
un contributo certamente non così significativo ai fini della crisi che stiamo vivendo, ma
che rappresenti un modo di portare solidarietà e appoggio a chi si trova impegnato in
modo significativo – direttamente o indirettamente – su scenari ben più complessi di quelli
qui trattati.
La presente viene scritta anche a nome di tutte le altre unitá di personale afferente a
questa Sezione.

Scarica il documento in PDF

Caricando...