Ecco le pagelle al Governo e le richieste ai partiti di SNR-Fassid

Forum di Quotidiano Sanità su bilancio di legislatura e nuove elezioni. Si è da poco chiusa la XVII legislatura e siamo ormai in piena campagna elettorale. Quotidiano Sanità ha interpellato i sindacati medici per tracciare un bilancio degli ultimi Governi, ma anche per veicolare le richiesta delle categorie alla politica in vista del prossimo election day del 4 marzo.

Corrado Bibbolino (Segretario nazionale Snr-Fassid): “Sicuramente la legge sulla sicurezza delle cure e la responsabilità professionale, il testamento biologico e l’inizio della stabilizzazione dei precari. Mentre indico tra le cattive non aver inciso maggiormente con la stabilizzazione dei precari, aver allungato i tempi di commissariamento (in alcuni casi siamo alla fine ma sono stati 5 anni di inutili sofferenze), non aver fatto il possibile per uniformare al di là del risultato del referendum le 21 sanità diverse, tranne centralizzazioni vessatorie poco utili ad uniformare prezzi e modalità operative. L’unica uniformità realizzata è dovuta ad una qual certa arroganza che in tutte le regioni ha spostato dai tavoli amministrativi a quelli giudiziari ogni tipo di contenzioso. Sarebbe interessante un’ analisi sull’impennata della litigiosità e delle sconfitte aziendali nelle aule di tribunale. Chi patrocina si frega le mani”.

Rinnovo dei contratti, più investimenti per la sanità pubblica, sblocco del turnover, ed una programmazione del rinnovamento tecnologico oltre che la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro. Queste le principali richieste ai partiti in vista delle prossime tornate elettorali. Quanto alla passata legislatura, bocciatura senza appello per tutti e tre i passati premier, mentre va oltre la sufficienza la ministra Lorenzin.

Leggi la prima puntata del Forum (Cisl Medici, Fials, Fvm e Snr-Fassid) su QuotidianoSanità

Caricando...