Condannato il datore che vieta invio comunicati sindacali alla mail aziendale

Deve essere condannato per condotta antisindacale il datore di lavoro che introduce un divieto assoluto di effettuare comunicazioni di natura sindacale utilizzando la mail aziendale, dovendosi ritenere che i lavoratori abbiano diritto a svolgere opera di proselitismo per le loro organizzazioni sindacali all’interno dei luoghi di lavoro, senza pregiudizio del normale svolgimento dell’attività aziendale. Inutile il ricorso proposto dai legali dell’azienda: definitiva, di conseguenza, la condanna, già pronunciata in Appello, della società per condotta antisindacale.

Cassazione civile, sezione Lavoro, Ordinanza 16746 del 21.06.2019

LEGGI LA SENTENZA

 

Caricando...